Pivka Museo Militare

Programma per il100ennario DELLA GRANDE GUERRA, con il museo militare a Pivka, che attraversa la storia militare dall’evo antico, per la I. e la II. guerra mondiale, fino alla guerra d’indipendenza Slovena. 1 GIORNO  Arrivo in mattinata in Slovenia, incontro con la guida e proseguimento per Pivka, che dista circa 12 km da Postumia (Postojna). Il parco storico militare a Pivka offre ai visitatori una visione ampia e ricca dei armamenti sul territorio strategicamente molto importante della Slovenia.

3303110918195507

Nel parco ha la sua dimora una delle più grandi raccolte di carri armati e di artiglieria in questa parte d’Europa, diverse mostre, tra le quali troviamo l’importantissima Regio Carsica Militaris, che tematicamente porta i visitatori  dal periodo più vecchio dell’evo antico e medio evo, fino alla storia moderna. Suscita tantissima curiosità il sottomarino da sabotaggio P-913, appartenente ai sommergibili tascabili della classe Una, che è stato prodotto in Slovenia, in quel periodo parte della Jugoslavia e testimonia la capacita di sviluppo e costruzione, di cui pochissimi stati all’epoca potevano vantarsi. Pranzo tipico, nel vicino agriturismo: affettato misto casareccio molto ricco, con prosciutto, salsiccia, funghi, formaggio e pane sfornato in casa, poi non possono mancare le tradizionali zuppe della Slovenia; una ai funghi misti e l’altra »Obara« al coniglio, per secondo due tipi di carne, patate, diversi contorni di verdure dal loro orto, insalata e dolce di casa…il tutto accompagnato da un buonissimo vino.

park-vojaske-zgodovine

Nel pomeriggio la visita della città di Vipacco (Vipava) e della sorgente del fiume omonimo a delta – unica in Europa. Con 25 ponticelli Vipava è conosciuta anche come la piccola Venezia Slovena. Dopo la visita del centro città, ci fermiamo nella caserma militare dell’esercito Sloveno, dove visiteremo il museo del fronte d’Isonzo. La mostra ci fa rivivere gli appostamenti del esercito Austroungarico, la trincea del fronte, una caverna che serviva come magazzino e centrale telefonica, gli alloggi del comandante del battaglione e tanto altro. Al rientro, sosta a Cernice per la visita del cimitero della 1. guerra mondiale sulla collinetta, che e l’ultima dimora dei caduti della I. guerra mondiale. Troviamo qua sepolti 466 soldati caduti d’ambedue le parti: Italiani, Sloveni, Croati, Austriaci e Ungheresi. Prevalentemente sono soldati del 96esimo reggimento di fanteria da Karlovac deceduti in seguito alle ferite riportate nei combattimenti sul fronte dell’Isonzo oppure a causa delle malattie contratte nel vicino ospedale militare. Furono sepolti tra gli anni 1915-1917. Il pacchetto comprende: l’entrata al museo di Pivka con la guida, la visita del museo a Vipava il pranzo ricchissimo con le bevande: ¼ l di vino e ½ l di acqua minerale a testa e la nostra assistenza per tutta la giornata.